A New Market Opportunity For The Arzignano Tannery District, Thanks To New Professional Skills?

volantino
The Arzignano Tannery District, amongst the most important in Italy and the world, has not had a school for leather goods craftsmanship for years. Finally, one was opened, two years ago, by the “Centro di Formazione Professionale Fontana” of Chiampo, an educational institution, dating back to the beginning of the 19 century and very important in the surrounding area.
The new three year professional course is suitable for students from secondary school, and is unique in Italy. Similar courses were previously intended for adults only.
Chiampo, in the North of Arzignano, in addition to being tannery, is a well-known marble production area. Its educational center had focused only on marble for decades.
The revival of leather craftsmanship in importance, after years of very low appeal, persuaded the managers of the Fontana institution to rethink their educational offer. The art of leather goods production is a natural progression and is currently achieving great success. Roberto Peripoli, institute director explains “It is just a small step from the tannery to leather fashion goods, with specialist skills and many job opportunities for young people”. After the first year, several enrollment applications were received. Mostly from girls, usually more interested in fashion. Boys on the other hand generally prefer tannery production end stages, like quality checking and refining. However, the course is suitable for both genders.
The leather goods production district is located in the area surrounding Vicenza. It has the benefit of well-known brand Bottega Veneta as a driving force. Nowadays, thanks to the Fontana educational institution, it also has young professionals and well prepared employees. In addition, the tannery industries can find employees specializing in the end stages of leather production.
This year enrollment applications exceeded availability. Unfortunately, due to economic reasons, the center cannot run a second course, so they will have to hold a selection process. Designing and creating leather bags, shoes and fashion accessories is a job allowing expression of a passion creativity and intelligence.
The Fontana educational institution aims to strengthen relationships with local tanneries that often help school with free hides and leathers. Moreover, some of them have new projects in leather goods manufacture which aim to integrate tannery activities. The school supplies them with enthusiastic, talented young professionals, able to create new, interesting markets for the tannery district. “Fashion leather goods, leather industrial clothing, saddles and tannery process stages: these are some of the many job areas available to our students after their three year course of study”, summarized with satisfaction by Mr. Peripoli.
For any information: cfpchiampo@gmail.com

http://www.marchettopellami.com/en/news-eng/a-new-market-opportunity-for-the-arzignano-tannery-district-thanks-to-new-professional-skills/

Annunci

Nuovi Sbocchi Produttivi Per Il Distretto Concia Di Arzignano, Grazie Alla Formazione Professionale?

volantino
Nel distretto della concia di Arzignano, tra i più importanti in Italia e nel mondo, mancava una scuola dedicata alla pelletteria. E’ nata da un paio d’anni, a Chiampo, all’interno dell’offerta formativa del Centro di formazione professionale Fontana, con i suoi 100 anni di storia, una vera istituzione per il territorio. Il nuovo corso triennale di qualifica professionale si rivolge ai ragazzi che escono dalla scuola secondaria inferiore, ed è di fatto l’unico del suo genere in Italia. Corsi di pelletteria sono in genere solo per adulti. Chiampo, a nord del territorio di Arzignano, è un’area nota oltre che per la concia delle pelli anche per la lavorazione del marmo e il centro di formazione Fontana è stato per anni focalizzato su questo settore. La riscoperta dell’importanza del saper fare, delle professioni artigiane, dopo anni di scarso appeal, ha spinto i responsabili ad immaginare quali potessero essere le attività che potevano avere sviluppo nel territorio, accanto a quelle già contemplate dalla scuola. L’arte pellettiera ha rappresentato la naturale continuazione della filiera della pelle ed infatti il successo è stato grande. “L’uovo di Colombo – racconta Roberto Peripoli, direttore del’istituto – dai processi di concia alla realizzazione di accessori moda in pelle il passo è breve, le competenze richieste tante, e il mercato e le occasioni di lavoro, per i giovani che imparano questo mestiere, importanti”. Le richieste d’iscrizione, dopo il primo anno di avvio, sono arrivate copiose. Sono soprattutto ragazze, tradizionalmente più coinvolte nei temi moda e accessori, mentre i ragazzi trovano a volte più affini le fasi finali di produzione della pelle, rifinizione e controllo qualità ad esempio. Ma senza preclusioni di genere, il percorso formativo è adatto a tutti, ragazzi e ragazze. Soddisfa le esigenze del settore della pelletteria che è più dislocato nell’area attorno al capoluogo berico, con il traino importante del marchio Bottega Veneta. Prepara anche ad affrontare le ultime fasi della lavorazione delle pelle all’interno delle concerie, la rifinizione, ad esempio.
Per il secondo anno le domande arrivate sono maggiori dei posti disponibili e il centro procederà ad una selezione perché mancano le risorse per creare una doppia sezione. Inventare e realizzare con le proprie mani borse, scarpe, accessori moda in pelle è una attività che appassiona e permette di dare sfogo alla propria intelligenza manuale e creatività.
Il centro di formazione professionale Fontana mira a stringere legami sempre più forti con le aziende del territorio che spesso contribuiscono a fornire di pellame la scuola. Alcune di queste concerie hanno in cantiere progetti importanti di creazione di propri prodotti di pelletteria, ad integrazione delle attività conciarie. La scuola fornirà questi professionisti capaci di creare oggetti in pelle che potranno diventare un nuovo interessante mercato per l’industria della concia. Un circolo virtuoso che parte necessariamente dalla formazione, dal talento e dalla crescita di competenze. “Non solo accessori moda ma anche l’abbigliamento industriale in pelle, le sellerie, le fasi di rifinizione delle pelli: le occasioni di lavoro per i nostri ragazzi a conclusione dei tre anni di formazione sono fortunatamente tante” – conclude soddisfatto Peripoli.
Per informazioni: cfpchiampo@gmail.com

http://www.marchettopellami.com/news/nuovi-sbocchi-produttivi-per-il-distretto-concia-di-arzignano-grazie-alla-formazione-professionale/