Entrepreneurs Mobilize And Get The Ultrasound For The Hospital Of Arzignano

Certain things must be celebrated. A successful fundraising campaign which has seen many entrepreneurs from the Vicenza tannery district, headed by the Dani tannery and the “Amici del cuore” onlus, mobilize in favor of the Hospital of Arzignano to purchase an innovative medical device,  has every reason to be a big party. Today, 20 of January, the innovative ultrasound and the robotic arm system for laparoscopic procedures has been inaugurated at the urology department of the Hospital of Arzignano. An important medical tool for the region but also for the country (as it is rather rare in Italy), that has been explained by the Director of the urology department Alessandro Ruffato. It is an evidence of a solidarity race which has seen our company together with other entrepreneurs get involved in a moment when we have to stay united. The campaign started last Christmas 2015, was followed by a year of effort that ended successfully with the collection of the amount needed.

Annunci

Marchetto Pellami awarded by Apindustria

A soft-ground etching by Gabriele Chemello

Last December Apindustria Vicenza has awarded  Marchetto Pellami for the 20 years of membership in the trade association from Vicenza. The gift was received by Agata, Valeria and Danilo Marchetto from the hands of Flavio Lorenzin. It is a handmade artwork by Gabriele Chemello, a soft-ground etching depicting Palladio with behind his back a tree and a glimpse of the Basilica Palladiana. A piece of art celebrating the architect who have been able to learn from the infinite precision of nature and through whom the City of Vicenza have its singular beauty, which is supported, expanded and protected by an entrepreneurship that similarly to the natural element par excellence, grows, develops and gives fruit, and is inspired by those who dare to think out of the ordinary.

Merry Christmas And Happy New Year

images
This year our company is supporting a charity initiative: we have decided to donate the Christmas gifts budget to support a project promoted by the Amici del Cuore (Friends of heart) Onlus, the funds obtained from which will be donated to the Hospital of Arzignano, to the urology department, to purchase an innovative ultrasound system and a mechanical system for laparoscopic procedures worth 200,000 euros. These systems will allow major surgeries to be minimally invasive and safer. These instruments are absent in the Veneto region and rare in Italy. If you wish to contribute, write here and we will send you more information.
We wish you a Merry Christmas and Happy Holidays!

Our offices will be closed from 24th December 2015 to 6th January 2016

http://www.marchettopellami.com/en/news-eng/merry-christmas-and-happy-new-year-2/

Marchetto Pellami’s Commitment To Sustainability Is Featured In The Events Special Edition Of The Sole 24 Ore North-East

silos
In 2011, Marchetto Pellami invested in a cogeneration system to produce the energy required for the entire production plant. “Today we produce 100% of our energy requirements, both electrical and thermal, thanks to a co-generator powered by renewable sources,”explained Danilo Marchetto to the editorial staff of Events Special Edition of the Sole 24 Ore North-East that last 25 may published a company profile, emphasising the company’s commitment to make the production fully green. The co-generator is installed in the production plant and, with its 940 kW of power, is sufficient to meet electricity needs. A heat recovery system connected to the co-generator generates thermal energy required to heat the water used for the entire plant. Fuel used for the cogeneration system is pure vegetable oil and is not chemically modified. It allows  energy to be produced with minimal environmental impact and low emissions thereby reducing carbon dioxide, the main cause of global warming. The company is also considering  using animal fat  from the tanning process, as fuel. Its use, as with vegetable oil would ensure a closed cycle of carbon dioxide. It would also be useful to recycle a byproduct of the tanning industry, otherwise subject to expensive  disposal with adverse impact on the environment. Investment in a co-generator system is one of the stages of a process in which the company is engaged to reduce environmental impact. This includes recovery of water, reducing use of chemicals, creating a wet white tanning process without chrome and metal for the furnishing sector and writing sustainability reports. Follow this link to read the full article (only in Italian).

http://www.marchettopellami.com/en/news-eng/marchetto-pellamis-commitment-to-sustainability-is-featured-in-the-events-special-edition-of-the-sole-24-ore-north-east/

A Londra, Arredi Extralusso In Pelle

ARREDI PELLE2
Se Londra detta le tendenze, una è da guardare con molta attenzione dagli operatori del settore concia: l’uso della pelle per arredi d’interni davvero deluxe. Dai più classici utilizzi per eleganti divani e poltrone, alle testiere dei letti, si è passati a mobili interamente rivestiti e ad enormi quadri-parete, così che la pelle segna la differenza tra ciò che è solo lusso e ciò che invece dimostra vera opulenza. Ovviamente il risultato dipende dalla sua qualità, e certamente dalla bravura dell’interior designer nel progettare gli ambienti valorizzando al meglio questo versatile materiale. L’uso della pelle per un arredo molto ricco non è certo una novità per alcuni paesi, soprattutto del Medio Oriente o nelle dimore di oligarchi sovietici, talvolta preferita anche alle boiserie intarsiate. Ma il fatto che questa tendenza abbia preso oggi così piede è molto probabilmente da imputare al mondo dell’hotellerie di alta categoria, della ristorazione pluristellata e anche ai piccoli hotel di charme che hanno saputo interpretare in modo più caldo e familiare l’uso della pelle, così da trasferire questo gusto anche nelle abitazioni private, eliminando il dubbio di ottenere un effetto troppo artificiale o da ufficio. Il successo a Londra di questa tendenza è sicuramente dovuto ad un mercato immobiliare molto fiorente, spesso elitario, destinazione di enormi fortune che vedono nel real estate londinese una forma di investimento più che sicuro. Molte nuove case, da arredare, con molti soldi per appartamenti che diventano più lussuosi che mai. E oggi la vera pelle è segno di distinzione ed eleganza. Del resto è in grado di trasformare una stanza in un caldo e confortevole ambiente, e si sposa benissimo con la tecnologia: sempre più spesso le super tecnologiche televisioni e gli schermi cinematografici casalinghi sono installati in stanze foderate anche di pelle, per le sue qualità fonoassorbenti. Da non dimenticare però, nel valutare un acquisto del genere, le specifiche caratteristiche di sicurezza che deve avere la pelle, soprattutto per l’uso in locali pubblici, alberghi e ristoranti.

http://www.marchettopellami.com/news/a-londra-arredi-extralusso-in-pelle-di-marchetto-pellami/

Il Divano Bastiano Di Tobia Scarpa E La Pelle All’anilina. Di Marchetto Pellami

bastianoTobia Scarpa spiegava la sua scelta di usare la pelle per il divano Bastiano come una precisa volontà di “riumanizzare” i materiali, in un’epoca come quella degli anni ’60, dove nessuno si sarebbe sognato di usarla. Perlomeno in Europa. “In America (invece ndr) un paese più opulento del nostro, si faceva tutto con la pelle, probabilmente perché aveva una durata superiore agli altri materiali” come ripreso dall’intervista pubblicata dalla collana “Saper credere in architettura” a cura di Antonello Marotta. Chi parla il linguaggio del modernariato, conosce il valore di questo pezzo d’arredo, non solo economico ma anche come icona stilistica di un’epoca. Tobia Scarpa, nell’ idearlo, desiderava proporre un mix di soluzioni: sia divano che letto, per i giovani e per gli anziani, che non avesse bisogno di falegnami o tappezzieri, che fosse pratico senza misure ingombranti, gradevole e che potesse essere accettato da tutti. Doveva avere una durata infinita.
Per Anna, il divano Bastiano, oltre a tutto questo, ha anche il forte valore emotivo di un oggetto che rappresenta un legame con il proprio vissuto e quello della propria famiglia. Dopo oltre 50 anni,  Anna ci ha chiesto di dargli una nuova veste:  “Abbiamo scelto assieme l’anilina – racconta Agata Marchetto – per noi la più preziosa, capace di assicurare grande comfort, eleganza e dare così nuovo fascino a questo oggetto carico di storia”. Nuova pelle e stesso palissandro, e il divano Bastiano è di nuovo bello come allora. Memoria di un tempo che ritorna, stile intramontabile.

Bastiano di Anna - com'era

PRIMA: Il vecchio divano Bastiano di Anna

 

 

Bastiano di Anna - com'è

DOPO: Ecco il divano Bastiano, rivestito a nuovo con pelle all’anilina. Bastiano è stato creato da Tobia Scarpa nel 1961 per Gavina.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://www.marchettopellami.com/news/il-divano-bastiano-di-tobia-scarpa-e-la-pelle-all’anilina-di-marchetto-pellami/

Trend Del Distretto Di Arzignano E Le Chimere Dei Bassi Costi Esteri. Di Marchetto Pellami

Export-Conference
Come sta andando il distretto della concia di Arzignano? Secondo una recente intervista realizzata da MDP La Conceria (n. 06 del 2014) a Leonello Guidetti, direttore della divisione Banca Popolare di Verona (gruppo Banco Popolare), la crisi che si è abbattuta nel 2008 ha comportato una razionalizzazione del comparto e ha ridotto gli operatori mantenendo quelli finanziariamente più strutturati. Il mercato ha premiato chi si è rivolto all’export e lo ha affrontato con decisione e competenza. Certo i margini per gli operatori si sono ridotti, a seguito di un aumento dei costi di approvvigionamento delle pelli che ha creato difficoltà, soprattutto fintantoché questi non sono stati traslati sui listini. Oggi persistono margini ridotti rispetto al passato ma le aziende sono ora più forti e meglio organizzate, soprattutto quelle che si sono rivolte in maniera significativa verso l’estero.
Una nostra riflessione sul mercato estero: “Per quanto l’estero sia diventato di particolare importanza, lo è esclusivamente dal punto di vista dei mercati di sbocco – evidenzia Danilo Marchetto – difficile se non impossibile pensare ad una delocalizzazione produttiva”. Conoscenza diffusa delle tecniche conciarie e competenze come quelle che si trovano nel distretto della pelle di Arzignano, rendono l’attrazione esercitata da bassi costi produttivi, del lavoro e del sistema, che si trovano in alcuni paesi, poco interessanti. “In una filiera altamente specializzata come quella del distretto, risolvere un problema di produzione o corrispondere alle esigenze sempre più complesse dei nostri clienti, è più agevole, e impagabile”. Di fatto quindi i vantaggi competitivi dati da un know how diffuso rendono poco conveniente spostarsi in paesi con la chimera dei costi più bassi. A maggior ragione adesso che lo sviluppo di nuove tecnologie sempre più attente all’ambiente e la ricerca in miglioramenti produttivi e risparmi energetici, stanno giocando un ruolo fondamentale nella competizione globale.

http://www.marchettopellami.com/news/trend-del-distretto-di-arzignano-e-le-chimere-dei-bassi-costi-esteri-di-marchetto-pellami/